Prestiti Vitalizi

Prestiti Vitalizi
I prestiti vitalizi sono finanziamenti erogati agli over 65, che potranno ottenere liquidità, cedendo la garanzia su un immobile di proprietà, sulla cui vendita “post mortem” avverrà la soddisfazione della banca o finanziaria.

I prestiti vitalizi sono una categoria di finanziamenti relativamente nuovi, in quanto introdotti in Italia, solo con una legge del 2006. Infatti, essi sono di derivazione anglosassone, dove sono più diffusi, sebbene in Italia abbiano già preso piede.

Si tratta di prestiti che la legge riserva solo a coloro che hanno compiuto almeno 65 anni di età. Questi possono richiedere un prestito vitalizio, che consiste nell’ottenimento di una somma di denaro, in percentuale del valore immobiliare ceduto in garanzia, da un minimo del 20% a un massimo del 50%. La percentuale è determinata dall’età del debitore: più egli sarà anziano, più alta sarà la percentuale del valore dell’immobile che gli potrà essere accreditata; dal 20% minimo ai 65 anni, al 50% massimo a 90 anni.

La caratteristica di questo tipo di finanziamento sta nel fatto che il debitore non dovrà restituire alcunché fin quando sarà in vita. Successivamente alla sua morte, entro un anno, la banca o finanziaria potrà vendere l’immobile di proprietà del debitore, che era stato ceduto in garanzia, e con il ricavato soddisfarsi del prestito erogato, comprensivo degli interessi maturati.

Nel caso in cui il valore dell’immobile venduto risultasse superiore al montante di cui la banca o finanziaria aveva diritto, quest’ultima dovrà versare la differenza agli eredi.
Al contrario, qualora il valore dell’immobile venduto risultasse inferiore al montante di cui si aveva diritto, l’istituto creditore subirà la sofferenza per la differenza, non potendosi rifare sul patrimonio restante del debitore e sugli eredi.

L’alternativa alla vendita dell’immobile potrebbe consistere nel pagamento del debito da parte degli eredi, potendo così essi tenere l’immobile; o ancora l’immobile potrà essere venduto direttamente dagli eredi, che procederanno a versare quanto dovuta ai creditori.

Questo tipo di finanziamento, a ben pensare, risulta essere molto conveniente per gli anziani, i quali avrebbero il bisogno di una certa liquidità, ma senza l’incombenza della restituzione del debito in vita.